Negli ultimi anni, il digiuno intermittente sta ricevendo sempre più attenzione da parte delle persone. Questo tipo di digiuno ha una definizione piuttosto ampia, si riferisce essenzialmente a un modello alimentare che alterna periodi di digiuno e non digiuno.

In genere, il digiuno intermittente viene condotto attraverso il digiuno a giorni alterni, che comporta un’alimentazione regolare per la maggior parte dei giorni della settimana con 2-3 giorni di apporto calorico severamente limitato in giorni non consecutivi.

Il principale svantaggio di questo metodo è il semplice fatto che quei giorni di digiuno sono duri da gestire. Scendere a sole 500 calorie al giorno di solito provoca intense sensazioni di fame e conseguente scontrosità, portando infine le persone a tornare a mangiare regolarmente.

Il digiuno intermittente è una nuova soluzione alimentare, ma a tempo limitato!

Questo metodo incoraggia a mangiare solo entro un intervallo di tempo definito, ad esempio una finestra di 8 ore al giorno, e può essere pensato come un prolungamento del normale digiuno notturno che si verifica naturalmente con il sonno.

Con una intervallo di alimentazione di 8 ore, puoi pensare di voler mangiare solo tra le 12:00 e le 20:00. Poiché il tempo di digiuno richiesto è molto più gestibile di un’intera giornata, le persone sono in grado di rispettarlo. Inoltre, così facendo, si può riuscire a gestire meglio la fame e a non abbandonare questo metodo alimentare dopo poco tempo.

Se vuoi puoi provare anche il programma A17 Santiveri (https://e-secondonatura.com/prodotto/integratori/specifici-uomo-donna/a17-santiveri-semi-digiuno-sostenuto/), che è un semi digiuno sostenuto, studiato per aiutarti a dimagrire senza patire la fame. Questo metodo ti supporta senza avere carenze di nutrienti che possono portare gravi danni all’organismo.

Un’alimentazione limitata nel tempo può aiutarti a ripristinare il tuo ritmo diurno naturale e, quindi, i processi metabolici, ormonali e fisiologici associati che controlla. Per questo motivo, avere un supporto nutrizionale con integratori alimentari di qualità, genera un risultato migliora nella perdita di peso e della restrizione calorica.

Tagliare le calorie per stare meglio

Il concetto di tagliare le calorie dopo un certo periodo di tempo non è nuovo. Tuttavia, il supporto scientifico lo è (per più ragioni oltre alla semplice restrizione calorica). Infatti, entrambi i metodi di alimentazione/digiuno influenzano il ritmo circadiano, l’orologio interno del nostro corpo.

Il nostro ritmo circadiano è principalmente controllato da stimoli luminosi e scuri in un’area dell’ipotalamo del cervello chiamata nucleo soprachiasmatico. Al livello più elementare, gli esseri umani hanno un ritmo diurno, o due periodi generali: veglia durante il giorno e sonno durante la notte. LA storia dell’uomo ci indica che, il mangiare si è verificato principalmente nel periodo di veglia (luce diurna) e il digiuno nel periodo di sonno (notte).

Purtroppo, però, con l’avvento dell’energia e dell’illuminazione estesa, i nostri schemi alimentari si sono spostati più tardi nel corso della giornata anche se i tempi di veglia sono rimasti relativamente gli stessi. Ciò ha comportato non solo un aumento della frequenza di alimentazione, ma ha anche causato cambiamenti nel nostro ritmo circadiano, poiché mangiare a tarda ora o di notte può disturbare il nostro orologio interno naturale.

Il ritmo circadiano

Il ritmo circadiano, tuttavia, è responsabile di molto di più del semplice addormentarsi. Determina anche il rilascio di ormoni (come cortisolo e testosterone), la nostra risposta metabolica al cibo (come la sensibilità all’insulina) e influenza la temperatura corporea e la frequenza cardiaca.

Un’alimentazione limitata nel tempo può aiutarti a ripristinare il tuo ritmo diurno naturale e, quindi, i processi metabolici, ormonali e fisiologici associati che controlla. Per questo motivo, un uso pratico del digiuno intermittente, può aiutarti molto di più nella perdita di peso e nella restrizione calorica.

Se vuoi, puoi aiutarti con integratori alimentari e cibo biologico di qualità. Questa soluzione ti può sostenere, senza portare stress al tuo corpo. Puoi visitare lo shop di erboristeria online di Secondo Natura, dove trovi tantissimi prodotti in grado di supportare la tua dieta.

Perdere grasso e ottimizzare il metabolismo

Se hai intenzione di consumare la maggior parte delle calorie, ti consigliamo di farlo all’inizio della giornata. Dunque, cerca di utilizzare il digiuno intermittente per ottenere a una maggiore perdita di peso e un peso corporeo inferiore.

Fai però attenzione alla sensibilità dell’insulina che diminuisce durante il giorno. Infatti, il nostro corpo non è in grado di rispondere al glucosio in modo altrettanto efficiente nel corso della giornata, soprattutto prima di andare a letto. Dunque, mangiare all’inizio della giornata, e quindi limitare l’assunzione di cibo nel corso della giornata, può aiutare a migliorare la glicemia a digiuno.

Il digiuno intermittente può aiutarti a dormire meglio

Smetti di mangiare qualche ora prima di andare a letto. Infatti, l’alimentazione notturna è associata a una ridotta durata del sonno e anche a una scarsa qualità del sonno. A questo proposito, il digiuno intermittente può aiutarti a ripristinare e mantenere l’allineamento del ritmo circadiano con l’orologio intestinale.

Conclusione

Il digiuno intermittente è un modo relativamente semplice per migliorare la salute e raggiungere i tuoi obiettivi. Consigliamo di nutrire il tuo organismo in un intervallo di tempo di 8-10 ore. Per la maggior parte delle persone, è una combinazione di piccoli cambiamenti che portano a migliorare con successo la salute.